Crea sito

Rabat – Cosa vedere nella piccola cittadina fuori dalle mura di Mdina😍

Salve lettori! 😁 Oggi parleremo di una cittadina che si trova proprio accanto a Mdina, Rabat (in maltese Ir-Rabat).

Allo stesso modo di Mdina, Rabat offre al turista che la visita per la prima volta un patrimonio culturale non indifferente. 🤓

Popolata in passato dai Fenici, dagli Arabi e dai Normanni che le hanno lasciato in eredità splendidi tesori artistici, fece anche parte dell’antica città romana di Melita, come testimoniano gli innumerevoli ritrovamenti archeologici rinvenuti. Ne deriva che Rabat ebbe un’importanza strategica per i Romani.

Nel corso dei secoli divenne luogo d’ospitalità per molti ordini religiosi: Francescano, Agostiniani, Domenicani, etc., i quali vi fabbricarono vari conventi e luoghi di culto 🙏🙏🙏 (tutt’ora esistenti).

Oggigiorno è uno dei cardini dell’economia maltese 💲 nel campo della produzione agricola, essendo situata nell’entroterra.

COSA VEDERE A RABAT

DOMUS ROMANA

Risalente al I sec. d.C., questa villa rappresenta l’edificio romano più rilevante scoperto a Malta (nel 1881). Accanto a questo edificio troviamo un piccolo museo. Interessantissimi gli oggetti di vita quotidiana (anfore, monili, ceramiche, etc.), ma soprattutto i meravigliosi mosaici, perfettamente conservati e dai colori vivi.

Domus Romana

Orario di apertura:

Dal Lunedì alla Domenica – Dalle 09:00 alle 17:00 📌

Pagina Ufficiale

CATACOMBE DI SAN PAOLO

Le Catacombe, risalgono al IV-V sec., e furono scavate dunque in epoca romana, periodo in cui era proibito seppellire i defunti all’interno delle mura cittadine. Non essendo la pratica della cremazione diffusa tra i fedeli di religione cristiana, si decise di creare questa grande necropoli sotterranea per ospitare le spoglie dei defunti. Secondo un’antica leggenda, fu San Paolo a portare il cristianesimo sull’isola di Malta (60 d.C.). Come vi arrivò non è un mistero…San Paolo, infatti, si trovava su una nave diretta a Roma, dove sarebbe stato sottoposto ad un processo come ribelle politico. Durante il viaggio, però, la nave naufragò 🌊 (con lui altre 264 persone) a causa di una tempesta⛈. Il luogo in cui approdò si chiama oggi Isola di San Paolo e presenta una statua a commemorazione dell’evento. Le Catacombe gli diedero rifugio e riparo.

Risultati immagini per catacombs malta rabat

Orario di apertura:

Dal Lunedì alla Domenica – Dalle 09:00 alle 17:00 📌

Pagina Ufficiale

MUSEO E CRIPTA DI SANT’AGATA

La Cripta di Sant’Agata, con annessa basilica sotterranea è un luogo ricco di meravigliosi affreschi d’epoca bizantina, alcuni dei quali risalenti al XII secolo. Sui dipinti sono raffigurati i volti di vescovi, santi e martiri, compreso quello di Sant’Agata.
Oltre alla cripta, potrete visitare l’interessantissimo museo che ospita antichi reperti archeologici e opere religiose. Tra i pezzi forti della galleria ci sono anche denti di squalo, ossa di animali e manufatti risalenti all’antico Egitto. Di particolare interesse sono le collezioni di calici e piccole bibbie, mentre tra gli oggetti più curiosi c’è la mummia di un coccodrillo 🐊 ritrovato nelle acque del Nilo.

Cripta di Sant'Agata

Orario di apertura:

Dal Lunedì alla Domenica – Dalle 09:30 alle 17:00 📌
L’ultimo ingresso alle 16:00

Pagina Ufficiale

MUSEO WIGNACOURT

Patrimonio dell’UNESCO,  è ospitato in un palazzo che fu una residenza barocca per i Cappellani dei Cavalieri di Malta 🇲🇹🛡. Inaugurata all’inizio del XVII secolo, la residenza riunisce centinaia di reperti storici relativi alla storia dell’Ordine di Malta, nonché opere d’arte di pittori quali Mattia Preti, Antoine Favray e Francesco Zahra. Un complesso storico unico, che si sviluppa su tre diversi livelli, riportato allo splendore dopo un meticoloso restauro ⚒ e riaperto di recente al pubblico, dove la luce gioco un ruolo fondamentale nell’esposizione di strutture e reperti.

Orario di apertura:

Dal Lunedì alla Domenica – Dalle 09:30 alle 17:00 📌
L’ultimo ingresso alle 16:00

Pagina Ufficiale

CASA BERNARD

Palazzo nobiliare risalente al XVI sec. e appena restaurato, rappresenta una dimora privata ma ormai aperta al pubblico. Inizialmente era una torre d’avvistamento medievale costruita su delle fondamenta romane ma in seguito è diventato il palazzo che conosciamo oggi, al quale più tardi, nel XVIII secolo, si diedero alcuni ritocchi barocchi. Tra le principali cose da ammirare, la volta a forma di barile, la cappella, la sala da pranzo, i tre saloni, la libreria, la camera da letto principale e lo splendido giardino☘🌷🍀🌹, nonché una serie di preziosi oggetti, dipinti, mobili, etc.

Orario di apertura:

Da Lunedi a Sabato – Ogni ora dalle 10:00 alle 16:00 📌

Pagina Ufficiale

Che aspettate?? Godetevi i teżori kulturali di Malta! (tesori culturali in Maltese!) 😉

Summary
Rabat - Cosa vedere nella piccola cittadina fuori dalle mura di Mdina
Article Name
Rabat - Cosa vedere nella piccola cittadina fuori dalle mura di Mdina
Description
Cosa vedere a Rabat, la piccola cittadina che si trova al di fuori delle mura di Mdina
Author
Publisher Name
Punto e a Malta
Publisher Logo
Rabat – Cosa vedere nella piccola cittadina fuori dalle mura di Mdina😍 ultima modifica: 2018-05-27T19:05:52+00:00 da puntoeamalta