Cercare lavoro a Malta

Lavorare a Malta: cosa fare e quali documenti servono ?

Condividi

Lavorare a Malta è d’obbligo per chi ci si trasferisce con la speranza di viverci serenamente. ?

Secondo i dati forniti dal National Statistics Office?, in relazione al terzo trimestre 2018, il tasso di disoccupazione a Malta è del 3,7%, preceduta solo da Germania (3,3%) e Repubblica Ceca (2,2%). L’Italia, purtroppo, ha un tasso del 10,6%. ☹️

Logo National Statistics office Malta
Logo National Statistics Office – Malta

A questo punto potremmo pensare che trovare lavoro a Malta non sia così difficile e, in effetti, ho potuto osservare che c’è una certa dinamicità in questo senso (sebbene il discorso sia molto più complesso).

Ricordiamo che sull’isola è possibile iniziare a lavorare già a 16 anni, ovviamente con regole ed orari differenti rispetto agli adulti. Inoltre, il salario annuale medio si aggira intorno ai 19mila euro , con uno scarto di 4000 euro tra uomo e donna ? (ebbene sì!). La retribuzione minima viene regolamentata dal governo ed è consultabile sulla pagina del National Minimum Wage.

Qui di seguito, allego una tabella ? relativa alla retribuzione minima su base settimanale per il 2019:

Retribuzione settimanale minima - anno 2019
Retribuzione minima settimanale per l’anno 2019 – Malta

Se siete disposti a vivere su quest’isola e a lavorarci, allora potete continuare a leggere l’articolo e annotarvi la documentazione necessaria.

Documenti richiesti per lavorare a Malta

  • Carta d’identità italiana, ??
    Identity Card Malta
    Identity Card – Malta

    valida per l’espatrio e, ovviamente, non scaduta. ✅

  • ETC Form: L’ente che si occupa del lavoro a Malta è il Jobsplus (un tempo ETC). Si tratta di un ufficio in cui vengono registrati tutti i lavoratori dipendenti presenti a Malta e funziona anche da ufficio di collocamento. Una volta firmato il contratto di lavoro, il vostro datore è OBBLIGATO a comunicarlo al Jobsplus. In pochi giorni, vi verrà recapitata a casa una busta contenente un documento (conservatelo!) in cui si attesta la vostra assunzione e la mansione che ricoprite. E’ un pezzo di carta IMPORTANTISSIMO, che vi verrà richiesto anche al momento della richiesta dell’ID maltese.✅
Logo Jobsplus - Malta
Logo Jobsplus – Malta
  • Social Security Number: è il numero identificativo della persona contribuente che paga una “tassa” ? :  serve a coprire l’assicurazione sanitaria nazionale. Si tratta di una tassa settimanale, il cui importo cambia in base al vostro stato civile (sposati, con figli, single). Per poterlo richiedere, avete bisogno o del ‘Promise of Employment’(un documento ufficiale del vostro datore che indica una promessa di lavoro) o l’ETC form. Potete richiederlo online mediante il sito Registration for Social Security Number e vi verrà recapitato a casa via posta, oppure potete recarvi nell’ufficio apposito della zona in cui risiedete (in questo caso, consultate l’elenco al sito District Offices.
  • Tax Number: è il vostro numero identificativo per le tasse versate allo Stato maltese. Si tratta di una pratica della quale non dovreste occuparvi, dal momento che viene effettuata in automatico dall’ufficio governativo al momento del rilascio del Social Security Number.✅

Per calcolare l’ammontare delle tasse in base al vostro stipendio annuo, potete collegarvi al sito Malta Salary Calculator. ?

  • ID Card maltese: l’Identity Card è il documento che attesta la residenza all’estero. Alcuni datori di lavoro richiedono tale documento non appena assumono. Una volta ottenuto, potrete iscriverci all’AIRE ?? (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero), in modo da comunicare al comune di residenza il nuovo domicilio ed evitare la doppia tassazione.✅
Identity Card Malta
Identity Card – Malta
  • Recent Police Conduct: è una dichiarazione della polizia relativa alla vostra fedina penale. Non è obbligatoria, ma alcune aziende richiedono questo tipo di documento. Potete richiederlo presso la centrale di polizia di Floriana. Per maggiori informazioni, collegatevi al sito Police Conduct Certificate.✅

Conclusioni

Se avete a cuore un cambiamento di vita e intendete trasferirvi a Malta, dovrete armarvi di pazienza ? per i primi tempi. Sebbene Malta sia un luogo in cui il lavoro non manca, posso affermare (dalle mie personali osservazioni) che spesso i lavoratori del settore ristorazione o i lavoratori impiegati come commessi nei negozi, etc. non ricevono delle retribuzioni adeguate e che gli affitti sono abbastanza elevati ?. Ovviamente, la retribuzione cambia nel caso di posizioni lavorative “meno sacrificate”. Lavorare a Malta e acquisire uno stile di vita soddisfacente è, insomma, una questione di competenze personali (come in qualsiasi altra parte del mondo!) ?

Tuttavia, vi suggerisco una breve “ricognizione” prima di prendere qualsiasi decisione. ?

Per ulteriori informazioni, vi rimando ai seguenti articoli di Punto e a Malta: ?

Xogħol tajjeb! (buon lavoro! in maltese) ?

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.