Taormina

Le Teste di Moro – Storia e Illustrazioni

Condividi
Teste di moro
Illustrazione Simona P- Punto e a Malta – All Rights Reserved

Ecco una storia interessante sulle teste di moro. ?

C’era una volta una ragazza innamorata e ingannata, ferita dal suo stesso amore…che presa dal rancore, tagliò la testa del suo amato e per nasconderla, vi piantò al suo interno una pianta di basilico che crebbe e crebbe rigogliosa, destando la meraviglia di tutti i vicini. ?

La Sicilia è la terra delle storie spesso malinconiche (anche un po’ strambe!) che, stranamente, portano poi ad un tripudio di colori. La malinconia e la rinascita si mescolano e diventano parte integrante l’una dell’altra. Non si può immaginare la Sicilia senza le teste di moro e, così, anche camminando per le vie mi è capitato di vederne alcune bellissime in angoli suggestivi, su scalinate in pietra, tra foglie di gelsomino e luci bianche, all’ingresso dei caffè all’aperto, nei balconi in stile barocco dei palazzi più antichi. Impossibile non meravigliarsi e non soffermarsi a scattare qualche foto. Anche a casa dei miei ce n’è una coppia sul camino, lui e lei, stupendi. Così, di tanto in tanto, mi capita di pensare che quella ragazza triste è ormai Sicilia e, forse, avvolta in nuovi colori non è più così malinconica. ❤️

E’ da un po’ di tempo che non vado a Taormina, ma l’ultima volta che sono andata con mia madre e mio fratello, mi sono davvero divertita. I negozi dedicati alle ceramiche sono tantissimi e pieni zeppi di piatti, ciotole, vasi dalle forme e dalle sfumature più svariate, nonchè ovviamente, le teste di moro, in versione classica o moderna. E così ci si ritrova tra pesci, occhi, fiori, limoni, statue, circondati da miliardi di colori. Sarei potuta rimanere a guardare e riguardare tutto per ooooore e oooooore. ? L’arte siciliana non smette mai di sorprendermi. Provate anche voi!

Taormina
Taormina

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.