Ti va di Giappare?

Ti va di Giappare? – Imparerò mai??

Condividi

Ti va di Giappare??? – Tempo fa, presa da un attacco di noia indescrivibile, mi son messa in testa di studiare il giapponese 🇯🇵.

Si, avete capito bene, proprio il giapponese 😂.

Probabilmente, è anche colpa della curiosità innata che ho verso l’Oriente, la sua antica cultura, i luoghi magici, la via del Samurai, le foreste di bambù, così affascinanti…Non saprei! però il Giappone, l’ho sempre immaginato come un luogo dinamico e frenetico per via di Tokyo, dei suo numero di abitanti, dei suoi grattacieli, degli immensi schermi accesi giorno e notte in ogni angolo delle strade. D’altro canto, immagino anche i luoghi più ricchi di magia, la via del samurai o gli antichi villaggi a sud, immersi nel verde delle colline e dei mandorli in fiore.

Io e il catanese sogniamo spesso di andarci. Ci riusciremo?? Nel frattempo, però, non sapendo come altro approcciarmi a questo mondo di manga e codici di comportamento, ho deciso di capirne qualcosa in più sulla lingua.

Non sapendo da dove cominciare, mi sono dedicata alla ricerca di una grammatica. Dopo varie considerazioni, ho deciso di acquistare quella scritta da un certo Davide Moscato, “Ti va di Giappare?”, edita da Blurb (mai sentita!) e rintracciabile principalmente su Amazon. 📚

Ti va di Giappare? - Foto di Simona P. - Punto e a Malta - All Rights Reserved
Ti va di Giappare? – Foto di Simona P. – Punto e a Malta – All Rights Reserved

IL GIAPPONESE I SUOI SILLABARI

Vorrei fare una premessa doverosa.

Il giapponese è una lingua che non possiede un “alfabeto” così come noi lo intendiamo, ma possiede un “sillabario“, per cui l’approccio di studio è abbastanza differente. 📍

La scrittura giapponese è formata da tre componenti: i kanji, l’hiragana e il katakana:

  • il katakana è utilizzato comunemente per trascrivere le parole di origine non giapponese, per i nomi scientifici di piante e animali, per la trascrizione dei suoni e per dare enfasi ad alcune parole; ✔️
  • l’hiragana è usato per tutto il resto, come la coniugazione dei verbi ed i suffissi delle parole;✔️
  • i kanji sono la parte più complessa della scrittura giapponese, derivano dal cinese e sono diverse migliaia, di cui circa 1500 sono quelli di uso più comune;✔️
  • oltre a questi tre sistemi di scrittura ne esiste un quarto che viene in nostro aiuto: il rōmaji, che letteralmente significa “caratteri romani”, in quanto consiste nella trascrizione della lingua giapponese in caratteri latini.✔️

E qui mi fermo perché poi il discorso diventerebbe complicato e noioso! 😅

TI VA DI GIAPPARE?

Come potete vedere dall’immagine su, ho acquistato non solo la grammatica con hiragana etc., ma anche il volume sui kanji. 🥳

Non avevo mai sentito parlare dell’autoreDavide Moscato, ma (da quello che afferma lui) sembra aver appreso il giapponese da autodidatta, per pura passione, fino a sostenere (e superare) l’esame per il livello N1 del JLPT a Venezia (l’esame più importante a livello mondiale per ciò che riguarda la lingua giapponese). 😱👏🏻

Ti va di Giappare? - Punto e a Malta
Ti va di Giappare? – Testo di Davide Moscato

I testi sembrano ben strutturati, perchè si dividono in sezioni chiare e dettagliate, ma evitando gli inutili nozionismi delle grammatiche nello stile più “classico”. Sembra che Davide abbia puntato alla sostanza delle cose più che alla forma, sostituendo uno studio datato a uno studio dinamico. Le pagine sono molto colorate e questo per facilitare la memoria visiva. Molto carine anche le domande e risposte pubblicate per chiarire meglio i concetti che possono sfuggire (è come se l’autore sapesse già quali saranno i dubbi del lettore!), nonché le curiosità sulla lingua e sulla cultura sparse qui e lì. 🤩

A questo punto mi chiedo…imparerò mai?? 🤓

P.S. tutto quello che “recensisco” è stato acquistato da me, quindi quello che scrivo è frutto di opinioni soggettive e non influenzabili. 🧐

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.