Panchina Malta

Vita a Malta – Le mie considerazioni 9 mesi dopo ✏️

Condividi

Era da uno’ di tempo che volevo scrivere questo articolo✍? sulla vita a Malta ma non trovavo mai la voglia di cimentarmi in una vera e propria riflessione ? su questi mesi trascorsi. Oggi, invece, ho deciso che è venuto il momento di tirare le somme ed esprimere qualche opinione personale. ? In realtà, avevo già scritto un articolo simile, ma non avevo ancora vissuto la vita maltese a pieno, nella sua quotidianità. Ad oggi, qualcosina nel mio pensiero è cambiato! ?

Se volete venire a Malta in vacanza, potete anche non badare alle parole che seguono e concentrarvi su articoli molto più frivoli e vacanzieri, ma se siete indecisi su un’eventuale trasferimento, potreste far tesoro di queste parole e metterle in conto perchè, inutile dirlo, non è tutto oro quel che luccica ?.

MALTA: ISOLA DAVVERO DAVVERO PICCOLA

Ebbene si! in effetti, non è una novità che Malta sia un’isola minuscola (appena 316 km²). Quando sono approdata qui, non ho riflettuto su questo aspetto o, per meglio dire, ho persino pensato che un luogo a misura d’uomo non sarebbe stato un punto a svantaggio ✅. Oggi, al contrario, affermo che la ristrettezza rappresenta un handicap non indifferente ❌. Non di rado capita che io e Anto non sappiamo davvero cosa fare e dove andare! molti luoghi sono stati ormai svelati…Non ci sono molte alternative e i soliti posti (Valletta, Sliema, St. Julian’s e company) ci hanno davvero stufati. A volte, mi sembra di vivere in una piccola Alcatraz dorata! ?

Mappa Malta
Mappa Malta

MALTA: NON SE SEMPRE SI PUO’ VARIARE

Secondo punto a svantaggio…Malta presenta una varietà davvero limitata di paesaggi. Voi direte “ma com’è possibile??? Tutte quelle belle coste e il mareeee??!“. Beh…si si, vero, ma per una persona che come me viene dalla Sicilia, isola ricca di rilievi montuosi, di pianure, di spiagge e isole assolate, le coste di Malta sono davvero ben poca cosa ?. Senz’altro l’isola possiede scorci molto suggestivi, ma l’impossibilità di scegliere se andare in montagna, in collina o al mare, nonché la mancanza di centri urbani suggestivi (fatta eccezione per Valletta, che comunque è molto piccola) mi annoia profondamente. Palermo, Catania, Siracusa, Agrigento…centri meravigliosi ?che fanno sentire la loro mancanza a lungo andare, rappresentano luoghi meravigliosamente variegati, interessanti, ricchi di tesori inestimabili e, soprattutto, di allegria. Inutile dire che, da quando ci troviamo qui, questi fattori pesano come macigni sul nostro stile di vita.

MALTA: REGOLE NON SEMPRE COMPRENSIBILI

Quando sono arrivata in questo luogo ho subito pensato che fosse un posto molto avanti. La nascita continua di nuove costruzioni (sebbene l’impatto ambientale ne risenta) e il continuo movimento che si percepisce ha dato da subito la sensazione di qualcosa che avesse a che fare col progresso. In realtà, non è così e per una serie di fattori di non poca importanza:

  1. SISTEMA DEI TRASPORTIstendiamo un velo pietoso ? e facciamo una distinzione tra le linee di collegamento verso i punti principali della costa nord e le linee che si occupano di collegare il resto dell’isola. La puntualità ⏱ e la frequenza nelle corse è un qualcosa che si verifica solo ed esclusivamente quando ci si concentra nei 3 punti cardine di smistamento turisticoSt. Julian’s, Sliema, Valletta – dopodiché “lasciate ogni speranza o voi che entrate“. Esistono luoghi a Malta raggiungibili in appena 10 minuti d’auto, ma in circa 1 ora di bus. Immaginate cosa voglia dire cercare di spostarsi e subire tempistiche bibliche ? anche solo per girare l’angolo! a volte (spesso) le corse saltano e non c’è altro da fare che piantarsi sotto il sole in attesa di un bus che si degni di raccoglierti e riportarti a casa! inoltre, Malta è l’unico Paese al mondo che non accetta i cani sui bus… ? Nei miei vari viaggi, ho notato che tanti Paesi europei si spendono in pubblicità pazzesche per esprimere la piena disponibilità nel far viaggiare le persone e i loro amici a quattro zampe in pieno confort e relax, ma provate a venire qui e vivere con un cane senza poter andare da NESSUNA PARTE, ghettizzati sempre nello stesso luogo ?. Se non avete un auto, potete anche piantare le radici e, se avete un auto, preparatevi a rimanere perennemente imbottigliati nel traffico!
  2. URBANIZZAZIONE SELVAGGIA – parliamone! costruire nuovi edifici ? non è sempre sinonimo di progresso e modernità! se venite a Malta, armatevi di pazienza, perchè non farete altro che vedere una miriade di cantieri ?‍♂️ a cielo aperto! la cosa che mi ha più stupito è la capacità che hanno i Maltesi di prendere un palazzo, tagliare letteralmente il tetto e aggiungere ulteriori piani come se niente fosse, ma anche la capacità di effettuare scavi pericolosi ⚠️ accanto a strutture pre-esistenti (a tal riguardo, leggete l’ultimo dei numerosi articoli recentemente pubblicati dal Corriere di Malta). Com’è possibile, mi chiedo, costruire dei piani aggiuntivi su una costruzione nata per sostenere un determinato peso. Forse il Governo maltese dovrebbe iniziare ad interessarsi alla salvaguardia dei propri cittadini, anziché pensare ad intascare denaro e sovvenzioni europee ?in nome del “progresso“. Infine, vorrei esprimere la mia opinione negativa riguardo alla mescolanza ormai raffazzonata di palazzi nuovi, palazzi anni 90 e vecchie case maltesi in rovina. Un mix che visto ad occhio nudo rende bene l’idea di quanta poca cura il governo impieghi nell’armonizzare le proprie vie. ?
Palazzi Malta
Palazzi Malta
  1. ZONA COMMERCIALE ISOLATA RISPETTO ALLE AREE CENTRALI – bene bene…andiamo ad analizzare anche questo aspetto saliente della vita a Malta. Dovete sapere che, se avete intenzione di acquistare oggettistica per la casa, casalinghi, piccoli o grandi elettrodomestici, mobili etc…, dovete recarvi nella zona commerciale che si trova all’incirca tra Birkirkara e Santa Venera. Avete l’auto? Benoneee! ? allora siete salvi! siete appiedati come me ed Anto? Vivete di quello che avete in casa e costruitevi sgabelli coi legni che il mare vi porta di tanto in tanto! no davvero…arrivarci in bus rappresenta un viaggio della speranza. Ho rinunciato da tempo! ?‍♀️??‍♂️
  2. ATTESA INFINITA NEGLI ESERCIZI COMMERCIALI– parliamo di una bella abitudine del popolo maltese….un’abitudine in cui mi son ritrovata ad inciampare varie volte. Vi è mai capitato di andare in farmacia, al supermercato o in atri negozi ed incappare in un cliente che si pianta a chiacchierare con il commesso/titolare per abbondanti 30/40 min, fregandosene di chi sta in fila a sudare?? Ma cosa me ne può fregare delle cose che si dicono?? Ma perchè non si scambiano il numero di telefono per sentirsi in un altro momento! che sfacciataggine! ??
  3. REGOLE RIDICOLE –  a tal proposito, vi racconterò un’allegra storiella che mi riguarda. Dovete sapere che, inizialmente e per qualche mese, ho portato con me la mia auto (per ovvie ragioni legate al trasloco!). Una mattina, recandomi al parcheggio trovo due motorini (uno davanti e uno dietro) che mi impedivano qualsiasi manovra. Mi reco ad una stazione della Polizia ?‍♂️ e faccio presente la situazione. Il poliziotto mi guarda e dopo qualche secondo mi risponde dicendo “Ma qui è perfettamente legale!“. Immaginate la mia faccia ? …non capivo davvero se fosse stupido o altro…Gli rispondo chiedendo come avrei dovuto fare dunque per poter utilizzare l’auto (se fossi dovuta andare a lavoro?? Se avessi avuto un’urgenza???). Davanti a questo semplice e OVVIO quesito, il poliziotto mi assicura che sarebbe passata una volante per risolvere la situazione. Bene…non molto soddisfatta, mi reco nuovamente al parcheggio e attendo….trascorrono 10 minuti, 20, 30, 40….non arriva nessuno. Ho dovuto chiedere ad un amico di prendere di peso i due motori e spostarli per permettermi un minimo spazio di manovra. Secondo voi, in una scala da 1 a 10, quanto è professionale la Polizia maltese e quanto è ridicolo il codice della strada? ?
Polizia Malta
Polizia Malta
  1. STOP! – avrei tante altre cose da raccontare, ma sinceramente non vorrei spaventarvi troppo! quindi….basta così! ???

MALTA: NON SAREBBE MEGLIO INTRODURRE I TRASPORTI ELETTRICI?

Secondo un articolo pubblicato dal Corriere di Malta, una scioccante ricerca conclusasi di recente ha stabilito che l’inquinamento atmosferico ha maggiore incidenza mortale della nicotina. ❌

Per quanto riguarda l’arcipelago maltese, è stato calcolato che l’inquinamento atmosferico sia stata causa di più di 570 morti annue.

La ricerca, effettuata presso il Centro Medico Universitario di Mainz, è basata su una simulazione comprendente densità di popolazione e cause dei decessi.

Nel 2017, uno studio in materia effettuato dal’Università di Malta ha stabilito che la maggior fonte d’inquinamento è localmente attribuibile ai gas di scarico dei mezzi di trasporto. ?????

Traffico Malta
Traffico Malta

Provate a camminare per le vie di St. Julian’s in piena estate… La puzza dei gas di scarico è micidiale! ?

Oltre a tutto ciò, venendo qui, mi aspettavo quantomeno un mare decisamente pulito, esposto a correnti e cristallino. Solo qualche giorno fa mi è capitato di leggere circa un allarme dovuto al versamento di liquami presso la zona balneare (rocciosa e non sabbiosa) di St Julian’s – di fronte a Triq Wilġa, con ovvio divieto di balneazione! ma devo prendere in bus anche per un bagno a mare?? ??

Con ciò, ovviamente, non intendo dire che in Italia non ci siano episodi simili, ma quantomeno “oggi non si va a mare, andiamo in montagna! andiamo a Taormina, a Palermo, etc…!” ?, mentre a Malta le alternative sono pressoché pari a zero.

MALTA: ULTIMA IN EUROPA PER IL RICICLAGGIO DEI RIFIUTI

In base allarticolo pubblicato dal Corriere di Malta alla fine del 2018, l’ultimo rapporto della Commissione Europea pone Malta in ultima posizione, preceduta da Romania, Grecia e Cipro. L’obiettivo posto dall’Unione Europea è quello di riuscire a riciclare il 50% dei rifiuti entro il 2020,

Malta al momento è ferma al 7%, gli altri peggiori della classe sono tutti sotto il 20%. Polonia con il suo 44% pian piano sta rientrando nei limiti designati dall’UE. 

Nonostante le campagne del governo per promuovere la raccolta differenziata, non ultima la distribuzione dei pratici contenitori per l’umido, ben l’83% dei rifiuti maltesi finisce direttamente in discarica. ???

Vogliamo aggiungere altro? Naaaaaaaa ?‍♀️ 

MALTA: PERCHE’ COSI’ TANTI PESTICIDI?

Riporto fedelmente unarticolo pubblicato dal Corriere di Malta (ma anche dal Times of Malta ed altre testate) circa l’utilizzo dei pesticidi su quest’isola:

La frutta e la verdura maltesi sono tra le più a rischio in Europa sulla presenza pesticidi oltre i limiti consentiti. ???⚠️☢️

sostenerlo, già da alcuni anni, è l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare. Gli ultimi dati, risalenti al 2016, hanno confermato una tendenza in crescita sulla presenza di sostanze chimiche utilizzate dagli agricoltori: a Malta un quinto dei prodotti potrebbe superare i limiti consentiti. ?

Il pericolo è stato rilanciato a più riprese dal Times of Malta, che ha dato spazio a studi effettuati anche a livello locale e alle azioni legali intraprese a livello di Unione Europeo contro un certo numero di agricoltori maltesi. ?‍♀️

Times of Malta - Pesticidi Malta
Times of Malta – Pesticidi Malta

Nell’ultima indagine di EFSA (European Food Safety Authority) sono stati testati 178 campioni di frutta e verdura provenienti dal mercato maltese, ovvero 41 ogni 100 mila abitanti, e tre quarti dei quali coltivati in loco. Alla fine sono stati rinvenuti 700 tipi di pesticidi e altre 147 tipologie di differenti sostanza chimiche tra tutte le varietà di frutta e verdura osservata al microscopio, e per 56 di queste tipologie sono emerse quantità eccedenti i limiti consentiti, ossia presenti a livelli considerati pericolosi per la salute. ☢️⚠️

Un esempio riportato per evidenziare la situazione critica di Malta riguarda le pesche: di questo frutto 23 campioni sono stati trovati con quantità di pesticidi in eccesso, e circa la metà di questi è di provenienza maltese. ?

Restano ora da capire gli sviluppi della situazione negli ultimi anni, ma a prescindere resta raccomandabile informarsi su quali sono i prodotti e le provenienze più a rischio.

Immaginate l’incubo della spesa ogni giorno…Come se non bastasse, molti supermercati non seguono le regole dettate dall’UE, evitando di esporre la provenienza dei prodotti esposti! riuscire a trovare qualcosa di biologico è un’impresa STRAORDINARIA. Ci accontentiamo di verdure congelate e frutta che proviene dall’Italia! ah, dimenticavo! ovviamente, tutto ciò comporta un peso maggiore sul portafoglio! ??

VITA A MALTA – CONCLUSIONI

Non voglio condannare Malta e bollare quest’isola come invivibile, ma devo ammettere che non è facile stabilirsi qui per chi è abituato a spazi più grandi e a varietà paesaggistiche smisuratamente straordinarie. Le esigenze lavorative a volte ci portano a cambiamenti che da un lato ci aiutano, ma dall’altro ci penalizzano e così ci ritroviamo nostro malgrado a vivere in luoghi che non ci appartengono.

Se proprio volessi elencare qualche aspetto positivo della vita quotidiana a Malta, potrei dire che mi piace l’idea di fare due passi per andare a fare la spesa e godere della compagnia dei pesci ?? che sono sempre visibili nelle acque maltesi (trasparenti soprattutto nei mesi invernali). Sebbene sia sempre lo stesso paesaggio, a volte risulta essere molto rilassante. ?

Tuttavia (e per concludere!), continuo a preferire la mia terra, ovviamente imperfetta, piena di gente immeritevole, piegata dalla corruzione di individui orrendi, ma ricca di tesori paesaggistici variegati e sorprendenti, con le sue montagne, i suoi campi di grano e le spiagge sabbiose, assolate, piene di vita, con le sue isole dalle case bianche, circondate da fichi d’india e gelsomini. ❤️

Milazzo - Sicilia
Milazzo – Sicilia

Non so…Malta va bene…ma per una breve vacanza! non per viverci! ?‍♀️

Le mie parole non rappresentano una verità assoluta, ma sono solo il frutto della mia esperienza personale, mutata nel corso del tempo. Non sono partita con in mente pregiudizi (basta leggere i miei articoli iniziale!), ma col tempo ho compreso molte cose.

Magari, chiunque altro vivrebbe moooolto meglio qui! chissà! ?

Un saluto a tuttiiii!! ??

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.